Piazza Affari: al top dei ribassi Borgosesia e Cdr Advance Capital del biellese Girardi

Mauro Girardi, presidente delle biellesi
Borgosesia e Cdr Advance Capital 
Seduta borsistica in rosso scarlatto, quella di oggi, 5 marzo, per le due quotate biellesi che fanno capo alla Dama srl: la Borgosesia ha perso il 9,6% rispetto a ieri e la Cdr Advance Capital il 4,96%. Il calo dell'azione Borgosesia è stato il maggiore di tutte le azioni trattate in Piazza Affari e il titolo Cdr Advance Capital è finito al decimo posto nella graduatoria dei ribassi. L'ultimo prezzo della Borgosesia è stato di 0,452 euro e di 0,536 quello di Cdr Advance Capital.
Entrambe le società hanno come numero uno Mauro Girardi, commercialista di Biella, al quale fa capo la Dama, che possiede il 46% della Borgosesia, anche attraverso la Cdr Advance Capital, a sua volta controllata al 39,76%.
Nella top ten dei ribassi odierni si trova un'altra quotata piemontese, la Ki Group presieduta dalla cuneese Daniela Santanchè. La quotazione della Ki group, infatti, è scesa ancora del 5,56%, terminando a 1,02 euro, che costituisce il nuovo minimo storico.
A calare più dell'indice Ftse Mib (-0,01%), che rappresenta le 40 principali società trattate alla Borsa di Milano, sono state anche Autogrill e Buzzi Unicem (-0,06% entrambe), Conafi (-1%), Diasorin (-0,40%), Fidia (-1,51%), Intesa Sanpaolo (-0,18%), M&C (-0,53%), Pininfarina (-0,84%) e Prima Industrie (-1,35%).
Invece, hanno evidenziato rialzi rispetto a ieri, Astm (+1,76%), Basicnet (+2,86%), Centrale del Latte d'Italia (+1,04%), Cofide (+3,59%), Exor (+1,11%), Fca (+0,83%), Guala Closures (+2,57%), Iren (+2,19%), Italgas (+0,23%), Italia Independent (+1,22%), Juventus (+0,24%), Reply (+0,54%), Sias (+0,94) e Tinexta (+5,35%). L'ultimo prezzo dell'azione Tinexta è stato di 9,25 euro, nuovo massimo storico.

Nessun commento: