Il Piemonte la regione più "dolce" d'Italia: 939 aziende produttrici di miele nel 2018

“Il Piemonte è la regione più “dolce” d'Italia e Torino lo è delle province”: lo ha scritto il Corriere Torino, edizione locale del Corriere della Sera, aggiungendo che questo riconoscimento arriva da uno studio della Camera di commercio di Milano sulle imprese che producono miele nel nostro Paese. Sul totale di 5.603 aziende specializzate attive al 31 dicembre scorso, infatti, 939 si trovano in Piemonte (16,76%) e, in particolare, 251 nella provincia di Torino.
Il Piemonte batte anche la Lombardia, seconda con 720 imprese produttrici (terza è la Toscana con 565) e sul podio delle province, oltre a Torino, si trova Cuneo, terza con 218, solo quattro in meno di Catania. Proprio quest'ultima, però, vanta il maggior numero di addetti alla produzione di miele e propoli: 179, a fronte dei 175 di Cuneo e i 150 di Torino. 
Comunque, grazie alle sue due province “medagliate”, il Piemonte è primo pure nella graduatoria nazionale per addetti alla produzione, contandone 697 sul totale di oltre 3.000.
I produttori di miele stanno aumentando, ovunque. In Piemonte, il numero delle imprese del settore è cresciuto del 4,9% rispetto al 2017 e del 34,5% negli ultimi cinque anni (+31,6% la media nazionale).
Nella provincia di Asti la crescita dal 2013 è stata addirittura del 64,5%, tale da far superare il livello delle 100 unità produttive, diventate esattamente 102, come nella provincia di Novara (al 31 dicembre 2018, Alessandria ne aveva 111, Biella 65, Verbania 46 e Vercelli 44).
In tutta l'Italia, esistono oltre 50 varietà di miele, a seconda del tipo di “pascolo” delle api: dal millefiori, il più diffuso, a quelli di acacia, arancia,tiglio, melata, fino alle piante aromatiche come la lavanda, il rosmarino e il timo.

Nessun commento: