Turismo, Piemonte snobbato dagli italiani tra le prime sei regioni soltanto per lavoro

Il Piemonte non figura tra le prime sei regioni che gli italiani hanno scelto, l'anno scorso, per i loro viaggi e le loro vacanze all'interno del Paese. Lo si scopre dall'ultimo report dell'Istat, l'istituto nazionale di statistica, rapporto dal quale emerge, fra l'altro, che la regione subalpina è sesta soltanto in una delle dodici sotto-classifiche 2018 incentrate .
Il Piemonte, infatti, si trova unicamente nella graduatoria relativa ai viaggi interni degli italiani con pernottamento per lavoro: ne ha registrati il 6,4% del totale nazionale, a fronte dell'8,4% dell'Emilia-Romagna, il 9,4% della Toscana, il 10,8% del Veneto, il 14,4% del Lazio e il 20,9% della Lombardia.
In tutte le altre categorie, relative ai viaggi per vacanza con pernottamento rispettivamente da una a tre notti, da quattro o più notti e rispettivamente nei quattro trimestri 2018, il Piemonte manca dalle prime sei posizioni considerate.
L'anno scorso, in tutta la Penisola, sono stati 78,940 milioni i viaggi con pernottamento fatto dagli italiani (+19,5% rispetto al 2017) e i pernottamenti sono risultati 432 milioni (+13,5%), con una durata media di 5,5 notti. Per il terzo anno consecutivo, sono le vacanze lunghe (oltre quattro notti) sono aumentate del 12,7% e del 19,6% quelle brevi. I viaggi con pernottamento per lavoro sono cresciuti del 57,7%.
Il 79,3% dei viaggi 2018 degli italiani ha avuto località nazionali come destinazione principale. Le mete preferite, per le vacanze lunghe, in estate sono state la Puglia (13,1%), l'Emilia-Romagna (9,9%), la Calabria (8,6%), la Toscana (8,2%) e la Sicilia (7,6%); mentre, in inverno, gli italiani hanno scelto il Trentino-Alto Adige (31%), la Lombardia (11,5%), l'Abruzzo (11,3%), l'Emilia-Romagna (11,2%) e il Veneto (6,8%).
Sempre per le vacanze di quattro o più notti, in primavera, gli italiani hanno messo al primo posto Toscana (14,1%), Puglia (13,5%), Lombardia (10,1%), Veneto (8,1%) e Liguria (7,3%). Quanto all'autunno, la graduatoria vede in testa la Lombardia (14,2%), seguita da Campania (12,1%), Trentino-Alto Adige (9,3%), Calabria (8,3%) ed Emilia-Romagna (7,7%).
Inoltre, l'Istat ha rilevato che, l'anno scorso, in un trimestre ha viaggiato, in media, il 25,9% degli italiani (21,7% nel 2017). Tra le motivazioni delle vacanze, circa la metà è per riposo o svago; seguono le attività culturali (21%), anche se gli italiani visitano il patrimonio artistico, monumentale o archeologico più all'estero che in Italia (38,4% contro 16,6%). L'auto rimane il mezzo di trasporto più utilizzato (59,2% in generale e 70,8% per le vacanze brevi), a fronte del 19,8% che usa l'aereo e il 10% il treno.

Nessun commento: