Nuovo calo della popolazione in Piemonte aumentata invece in altre quattro regioni

Sergio Chiamparino, presidente Regione Piemonte
in un ritratto del l'artista torinese Benny
Anche nel 2018, il Piemonte ha perso popolazione. I suoi abitanti al 31 dicembre dell'anno appena passato sono risultati 4.359.300, mentre erano 4.375.900 l'ultimo giorno del 2017. Lo ha anticipato il Corriere Torino, edizione locale del Corriere della Sera. Il quotidiano torinese diretto da Umberto La Rocca ha riferito che riportando i dati dell'Istat, l'istituto nazionale di statistica, secondo il quale la popolazione in Italia è scesa a 60.391.300 individui, oltre 90.000 in meno rispetto a dodici mesi prima (-1,5 per mille).
In Piemonte, in particolare, la diminuzione è stata del 3,8 per mille, come quella della Calabria e l'ottava più alta nel Paese. “Delle regioni del Nord e del Centro unicamente la Liguria è “dimagrita” di più, denunciando il calo del 4,2 per mille” ha sottolineato il Corriere Torino, precisando, fra l'altro, che Trentino-Alto Adige, Emilia-Romagna, Lombardia e Veneto hanno evidenziato, invece, una crescita.
Comunque, il Piemonte è rimasto la settima regione più popolosa d'Italia, con una quota vicina al 7,22%. Prima si è confermata, nettamente, la Lombardia (10.057.500 abitanti), seguita da Lazio (5.885.400), Campania (5.807.800), Sicilia (5.002.500), Veneto (4.910.400) ed Emilia-Romagna (4.463.200).
E' dal 2013 che il Piemonte continua a perdere popolazione, ininterrottamente. Allora contava 4.436.798 abitanti, circa 77.500 in più rispetto al 31 dicembre scorso.
“La diminuzione della popolazione è rilevante anche dal punto di vista economico – ha commentato il Corriere Torino - Fra l'altro, infatti, comporta una contrazione sia del mercato sia della base produttiva locali. Con effetti sui consumi di beni e servizi, sulla creazione di ricchezza, sulla domanda e sui prezzi delle abitazioni e non solo. E' un fattore d'indebolimento del territorio che subisce questo fenomeno, le cui conseguenze non raramente sono sottovalutate”.

Nessun commento: