In Piemonte i concessionari auto nel 2018 hanno perso fatturato di oltre 900 milioni

E' incominciato con una marcia molto bassa, il 2019, per il mercato automobilistico piemontese. Infatti, nel mese scorso, gli acquisti di vetture nuove nella regione subalpina sono scesi a 12.277, il 32,18% in meno rispetto ai 18.840 del gennaio 2018. E il nuovo calo si aggiunge a quelli dei mesi precedenti, confermando una tendenza destinata a proseguire.
Comunque, tornando ai consuntivi, l'Unrae, l'Unione nazionale dei Costruttori esteri attivi nel nostro Paese, ha appena comunicato che nell'intero 2018, in Piemonte, sono state vendute 178.013 auto nuove, il 19% in meno rispetto alle 219.904 del 2017. Così il fatturato dei concessionari si è ridotto di circa 907 milioni di euro, risultando di poco superiore ai 3,85 miliardi.
Il mercato automobilistico piemontese è quello che ha subito la maggiore contrazione in Italia. Il secondo calo più consistente è stato quello del Molise (-7,5%) e il terzo quello della Liguria (-5,3%). La perdita dell'intera Italia è stata del 3,1%, però con regioni che, nonostante tutto, hanno fatto registrare aumenti dei rispettivi mercati: Veneto (+1,2%), Puglia (+3,8%), Calabria (+0,2%), Sicilia (+1,1%), Sardegna (+2,5%).
Il Piemonte è rimasto il terzo maggior mercato regionale, preceduto da Lombardia (317.142 nuove immatricolazioni) e Trentino-Alto Adige (292.468).
In particolare, il mercato torinese in gennaio è crollato: le vendite di vetture nuove sono risultate 6.560, a fronte delle 13.440 dello stesso mese del 2018. La perdita è del 51,2%, pari a 6.880 auto. E ancora peggiore è stato il risultato per i concessionari del gruppo Fca Fiat Chrysler Automobiles: complessivamente, le diverse marche del gruppo guidato da Mike Manley hanno fatto registrare nel Torinese 2.329 nuove immatricolazioni, circa il 75% in meno rispetto alle 9.268 del gennaio dell'anno scorso.
Le nuove Fiat vendute sono state 1.561 (7.915 nel gennaio 2018), 78 le Alfa Romeo (719), 298 le Jeep (338), 7 le Maserati (8) e 386 le Lancia (288), unica in positivo, grazie alle Ypsilon avviata verso il fine corsa.
In tutto il Piemonte, il gruppo Fca ha venduto 3.559 sue vetture in gennaio, il 65,8% in meno rispetto alle 10.406 dello stesso mese dell'anno scorso. Il dato assume un significato ancora maggiore se si considera che a livello nazionale il calo è stato del 21,68% (39.994 le nuove immatricolazioni in gennaio, a fronte delle 51.062 precedenti). Essendo prevalentemente di origine domestica la differenza può risultare ancora più amara.
Per quanto riguarda le singole marche Fca, la disaggregazione mostra che, il mese scorso, in Piemonte, Fiat ha fatto registrare 2.348 immatricolazioni (8.576 nel gennaio 2018), Lancia 536 (390), Chrysler 530 (598), Alfa Romeo 138 (818) e Maserati 7 (24).
Con Torino soltanto un'altra provincia piemontese ha avuto una contrazione del mercato locale rispetto al gennaio dell'anno scorso. Si tratta di Novara, dove le vendite di auto nuove sono scese da 1.075 a 933. Invece, ad Alessandria il Pra ne ha iscritte 1.140 (1.096 nel gennaio 2018), ad Asti 514 (496), a Biella 499 (496), a Cuneo 1.753 (1.524), a Verbania 372 (356) e a Vercelli 506 (400).

Nessun commento: