Compagnia di San Paolo: in programma interventi a Genova per 14 milioni di euro

I protagonisti del nuovo accordo Compagnia di San Paolo - Comune di Genova
Nuovo accordo tra la Compagnia di San Paolo e il Comune di Genova. I rappresentanti dei due enti hanno sottoscritto il protocollo per la realizzazione di programmi di sviluppo sociale, educativo e culturale a Genova negli anni 2019 e 2020. L'intesa prevede un impegno finanziario della Compagnia di quasi 14 milioni di euro per il biennio appena iniziato. Protagonisti: Marco Bucci, sindaco di Genova, Francesco Profumo, presidente della Compagnia di San Paolo e il suo Segretario Generale, Alberto Anfossi.
La Compagnia di San Paolo è storicamente impegnata nell’attuare interventi in ambito sociale e culturale a favore della popolazione e del territorio genovese. Nel corso degli anni si è assistito allo sviluppo di una sempre più proficua collaborazione tra il Comune di Genova e la Compagnia che ha portato, tra l’altro, alla realizzazione di programmi complessi quali la riqualificazione e valorizzazione del centro storico genovese (in particolare il distretto museale di Strada Nuova), all’adesione in partecipazione al Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura nonché al sostegno dei principali teatri cittadini che ha portato anche alla nascita del Teatro Nazionale di Genova dalla fusione del Teatro Stabile e dell’Archivolto.
Oggi la presenza della Compagnia è sempre più radicata sul territorio genovese e, per inquadrare in un contesto sempre più unitario gli interventi sostenuti, si è deciso di sottoscrivere un protocollo quadro per l’attuazione delle azioni per il biennio 2019 e 2020, che renderà sempre più efficace la collaborazione già in essere e permetterà di attivare sperimentazioni innovative in campo sociale e culturale attraverso una coprogettazione condivisa,che metta a frutto anche l’esperienza maturata da Compagnia in diversi ambiti e in diverse città.
Nell’ambito delle attività culturali e dell’attrazione turistica si svilupperanno in particolare azioni a sostegno di attrattori culturali e museali, azioni a sostegno di progetti espositivi e Festival e progetti di recupero e rifunzionalizzazione.
Inoltre, la Fondazione torinese e il Comune di Genova lavoreranno insieme con l’obiettivo di contrastare la fragilità economica e sociale, in particolare attraverso azioni a sostegno della domiciliarità, azioni a sostegno delle pari opportunità e delle politiche attive del lavoro, iniziative con carattere di emergenza in favore della popolazione colpita dal crollo del ponte Morandi.
Con questo protocollo – ha affermato Francesco Profumo, ligure-piemontese (è nato a Savona) Presidente – intendiamo definire nuove modalità di intervento in stretta collaborazione con il Comune di Genova: la sfida che ci poniamo è quella di stimolare progettualità strategiche per il territorio. In particolare l’intervento della Compagnia prevede due grandi missioni: la prima volta a rafforzare la proposta turistica e culturale della città; la seconda con una finalità sociale per superare al meglio le emergenze e rendere Genova sempre più inclusiva e solidale”.

Nessun commento: