Aeroporto di Caselle, i cargo volano basso -20,8% le merci movimentate nel 2018

Le frenate e i rallentamenti dei mercati in diversi Paesi di sbocco delle merci piemontesi, oltre che il calo della domanda in Italia, hanno fatto sentire i loro effetti negativi anche sull'aeroporto “Sandro Pertini” di Torino. Nel 2018, infatti, lo scalo di Caselle ha registrato un calo del 20,8% delle tonnellate movimentate con i cargo, scese perciò a 4.730,9.
Come anticipato dal Corriere Torino, in dicembre, Caselle ha subito addirittura un crollo del 60,9% delle tonnellate di prodotti decollati o atterrati con gli aerei cargo. Quella dell'ultimo mese 2018 è stata la diminuzione più elevata dell'anno, ma novembre aveva già evidenziato una perdita del 38,7% rispetto allo stesso mese del 2017 e nel bimestre settembre-ottobre la diminuzione era risultata di poco inferiore al 30% nei confronti del corrispondente periodo precedente.
“La perdita di traffico merci al “Sandro Pertini” è incominiciata a febbraio (484,2 tonnellate, il 6,5% rispetto allo stesso mese del 2017) e non si è più interrotta, tranne in agosto (+23,9%), a dimostrazione del trend negativo, comunque più marcato rispetto alla media nazionale” ha riportato il Corriere Torino, edizione locale del Corriere della Sera.
Ad avere chiuso in rosso il bilancio 2018 delle merci trasportate con i cargo, infatti, è stato l'intero sistema aeroportuale italiano. Assaeroporti, l'associazione dei gestori degli scali nazionali, ha censito, dal primo giorno di gennaio all'ultimo di dicembre, 1.139.752,8 di tonnellate di prodotti movimentati con i cargo, lo 0,5% in meno nei confronti di tutto il 2017.
I tre scali che hanno registrato il maggior numero di tonnellate movimentate con i cargo nel 2018 sono risultati Milano Malpensa (572.774,8), Roma Fiumicino (205.879,1) e Bergamo Orio al Serio (123.032).

Nessun commento: