Juventus campione anche a Piazza Affari vale 532 milioni più che a fine dicembre

Cristiano Ronaldo
Come i tifosi della squadra di Cristiano Ronaldo, Leonardo Bonucci & C, sono in visibilio per la raffica di vittorie sui campi di calcio, cosi gli azionisti della Juventus stanno gongolando per i continui rialzi del loro titolo a Piazza Affari (non va dimenticato, però, che mentre i risultati agonistici dipendono quasi interamente dal valore dei giocatori, l'andamento borsistico dipende soltanto in parte dai fondamentali dell'impresa quotata).
Oggi, 23 gennaio, l'azione Juventus ha chiuso a 1,531 euro, il 2,41% in più rispetto a ieri. Nessuna altra società del listino Ftse Mib, formato dalle 40 principali quotate alla Borsa di Milano, ha fatto registrare un incremento superiore. Non solo: il nuovo rialzo del titolo Juve è il quarto consecutivo di una lunga serie, interrotta soltanto da pochi minimi ribassi.
Tanto che il valore riconosciuto da Piazza Affari alla società presieduta da Andrea Agnelli è aumentato di quasi 532 milioni di euro dall'ultimo giorno di dicembre. Allora la Juventus capitalizzava 1,091 miliardi, mentre alla fine della seduta odierna la sua capitalizzazione è risultata di 1,543 miliardi, quasi il 49% in più.
Azionista di controllo della Juventus è Exor, la finanziaria a capo del gruppo della famiglia Agnelli-Elkann-Nasi. Proprio Exor, però, oggi è stata la peggiore dello stesso segmento Fste Mib: il suo prezzo finale è stato di 53,68 euro, inferiore dell'1,68% a quello di ieri e maggiore della media dell'indice diminuito dello 0,19%.
Comunque, diverse quotate piemontesi hanno perso più di Exor, oggi. Tre, in particolare, si sono trovate nella top ten assoluta dei ribassi: Fidia (-5,57%), Borgosesia (-5,45$) e Italia Independent (-4,61%). Un po' meno peggio hanno fatto M&C (-4,21%) e Prima Industrie (-3,72%). Calate anche le Autogrill (-0,13%), Buzzi Unicem (-1,02%), Confai (-1,41%), Diasorin (-0,50%), Fca (-1,32%), Guala Closures (-0,34%), Ki Group (-1,27%), Pininfarina (-0,83%) e Tinexta (-0,15%).
Al contrario, oltre alla Juventus, oggi hanno registrato aumenti del loro valore borsistico le azioni Astm (+1,58%) e Sias (+1,60%), entrambe del gruppo Gavio, Bim Banca Intermobiliare (+2,01%), Basicnet (+1,20%), Cdr Advance Capital (+2,64%), Cofide (+0,10%), Intesa Sanpaolo (+0,62%), Iren (+0,66%), Reply (+0,08%).

Nessun commento: