Dal mercato torinese dei box e posti auto alle nuove consulenze della Mailander

A TORINO SI VENDONO MENO BOX
A Torino, nuovo calo del mercato dei box e dei posti auto. Anche nel terzo trimestre 2018, è stata registrata una diminuzione delle compravendite superiore al 4%, come nel secondo. Infatti, l'Ossevatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate ha censito 945 passaggi di proprietà di box e posti auto a Torino, tra il primo giorno di luglio e l'ultimo di settembre 2018, esattamente 40 in meno rispetto al corrispondente periodo 2017.

Nel capoluogo piemontese, le compravendite di box e posti auto nel secondo trimestre dell'anno appena passato erano state 1.329 e 1.085 nel primo. Totale dall'inizio di gennaio alla fine di settembre: 3.359.
A evidenziare meno compravendite di box e posti auto nel terzo trimestre 2018, rispetto allo stesso periodo2017, sono state anche Milano (-10,4%), Genova (-10,1%) e Roma (-6,7%); mentre i passaggi di proprietà sono aumentati nelle altre quattro metropoli italiane: Napoli (+1,5%), Palermo (+46%), Bologna (+12,6%) e Firenze (+1,9%).

VEICOLI COMMERCIALI, CROLLO DEL MERCATO PIEMONTESE
Male in Italia, peggio in Piemonte. Il mercato dei veicoli commerciali sta patendo la crisi dell'economia, nella regione subalpina più che nella media nazionale. Da maggio, le vendite di autocarri con peso totale a terra inferiore a 3,5 tonnellate (mezzi usati prevalentemente da artigiani, commercianti, piccoli trasportatori, imprese di servizio) in Piemonte sono crollate, tanto che il consuntivo 2018 risulterà ben inferiore ai 16.197 esemplari immatricolati nel 2017. Nei primi 11 mesi di quest'anno, infatti, sono stati 12.138 i nuovi veicoli commerciali acquistati in Piemonte, il 14% in meno rispetto allo stesso periodo del 2018, calo più che doppio di quello nazionale.  


CAFFAREL, LA GUIDA ALL'AUSTRIACO RICCABONA
Benedict Riccabona è il nuovo amministratore delegato di Caffarel, azienda dolciaria di Luserna San Giovanni (ma è stata fondata a Torino, nel 1826) che dal 1997 fa parte del Gruppo Lindt & Sprungli. Austriaco, quarantenne, dal 2012 nel Gruppo prima come direttore marketing di Lindt Russia e poi come country manager di Lindt Cina, Benedict Riccabona sarà operativo in Caffarel dal 15 marzo.
La nomina di Riccabona punta a far crescere ancora l'azienda in Italia, focalizzandosi sul canale tradizionale (pasticcerie, torrefazioni e negozi dolciari specializzati), e contemporaneamente a rafforzare l'export” ha scritto l'Ansa di Torino, precisando ch. Caffarel esporta i suoi prodotti in 50 Paesi, compresi Usa, Giappone ed Emirati Arabi.
Famosa per avere inventato il celebre Gianduiotto nel 1865, quest'anno Caffarel ha lanciato il marchio 'Capolavoro Italiano': il sigillo sarà apposto su tutti i suoi prodotti per valorizzare le loro caratteristiche come gli ingredienti e la lavorazione Made in Italy.

RISULTATI POSITIVI PER L'ALBERGHIERO TORINESE
Nonostante l'esplosione dell'extralberghiero, il 2018 è stato un anno positivo per gli hotel torinesi: sono cresciuti il tasso di occupazione (+1,9%), il prezzo di vendita delle camere (+1,2%) e i ricavi (+3,1%). Hanno trainato i grandi eventi, in particolare il Salone del Libro con un incremento del 26,1% dei ricavi, il Salone dell'Auto e Bocuse d'Or (+25,4%) e Terra Madre Salone del Gusto (+25%). Positivo anche l'effetto Ronaldo.
Il bilancio è stato dell'Osservatorio alberghiero della Camera di Commercio e di Turismo Torino. "C'è spazio per crescere ancora", ha affermato Vincenzo Ilotte, il presidente della Camera di Commercio subalpina.
E' stato riferito che migliora anche la reputazione degli hotel sul web (da 81 a 82,1 punti). Tra le Città straniere Torino supera Lione e si avvicina a Edimburgo, Vienna e Siviglia. In Italia i valori sono vicini a quelli di Bologna e Milano. Il 74% dei visitatori proviene dall'Italia, il 26% dall'estero.

A FONDAZIONE CRC L'EX FRIGORIFERO MILITARE DI CUNEO
Passa ufficialmente alla Fondazione Crc, che se lo è aggiudicato all'asta, l'ex Frigorifero Militare di Cuneo. Il trasferimento della proprietà dell'immobile, antico deposito dell'esercito di oltre mille metri quadrati, è stato firmato dal sindaco di Cuneo, Federico Borgna ,e dal presidente della Fondazione Crc, Giandomenico Genta.
"Un ulteriore tassello del percorso di recupero del Centro Storico e una bella opportunità per la città e il territorio di ricavare uno spazio che riprenderà vita grazie a un partenariato forte tra Fondazione Crc e Comune", ha commentato il sindaco Borgna.
A sua volta, Giandomenico Genta ha detto: "Ci attiveremo ora con estrema rapidità per fa sì che questo spazio, oggi fatiscente e abbandonato, possa vivere in sintonia con il quartiere e la piazza su cui si affaccia. Certi che sarà un nuovo e importante biglietto da visita per la città di Cuneo. Quella della Fondazione Crc è stat l'unica offerta per il rudere; l'area è passata di mano per 370mila euro.

MAILANDER CONSULENTE FCA BANK E LEASYS
Fca Bank, la banca di Fiat Chrysler Automobiles e la sua - joint venture paritetica con Crédit Agricole Consumer Finance e la sua controllata Leasys (principale player nel mercato italiano del noleggio a lungo termine e dei servizi automotive) hanno scelto Mailander come consulente per la comunicazione e per supportare l’ufficio stampa nelle attività di gestione dei media, di sviluppo dei social e organizzazione degli eventi. Ora Mailander affianca e supporta la struttura di comunicazione di Leasys e di Fca Bank – joint venture tra Fca e Crédit Agricole Cosumer Finance - promuovendo e valorizzando sul territorio italiano i marchi e i prodotti banking, insurance e rental delle due società.
Fondata nel 1987, Mailander è un’agenzia indipendente (con sedi a Torino e Milano) che vanta la leadership, in Italia, nella consulenza strategica in ambito corporate, economico-finanziario, automotive e nel marketing internazionale del territorio. Con una forza di oltre 30 professionisti, Mailander sviluppa progetti integrati di RP, media relation, digital PR e live communication ed è partner di Proi Worldwide, il primo network al mondo di agenzie indipendenti.

Nessun commento: