A Torino cresciuto il mercato della casa ma solo per i "tagli" inferiori ai 115 metri

Delle 2.882 compravendite di case registrate a Torino nel terzo trimestre di quest'anno, il 45,9%, corrispondente a 1.322 unità, ha riguardato alloggi con superfici comprese tra i 50 e gli 85 metri quadrati. Il secondo “taglio” con maggiore mercato è risultato quello della categoria immediatamente superiore, da 85 fino a 115 metri quadrati:713 i passaggi di proprietà dall'inizio di luglio alla fine di settembre, pari al 24,7% del totale del periodo.
Di alloggi fino a 50 metri quadrati ne sono stati scambiati 388 (13,5%) mentre sono stati 247 quelli tra i 115 e i 145 metri (8,6%) e, infine, 212 quelli con superficie superiore ai 145 metri (7,4%).
Rispetto al terzo trimestre dell'anno scorso, quest'ultima classe di abitazioni ha avuto un calo di compravendite dell'1,4%, comunque inferiore al 4,7% delle abitazioni da 115 a 145 metri quadrati; mentre sono aumentati i passaggi di proprietà per le case da 85 a 115 metri (+10,1%), da 50 a 85 metri (+3,9%) e quelle con superficie minore dei 50 metri (+6,8%).
Dunque, il nuovo recupero del mercato della casa a Torino è stato tirato completamente dagli alloggi con superficie inferiore ai 155 metri, come emerge dai dati dell'Osservatorio immobiliare dell'Agenzia delle Entrate, che ha rilevato, nel capoluogo piemontese, una crescita del 4,5% delle compravendite rispetto allo stesso periodo del 2017, incremento che si aggiunge al 4% del secondo trimestre.
Però, altre grandi città italiane hanno avuto aumenti maggiori di transazioni, dall'inizio di luglio alla fine di settembre: + 23,7% Bologna, + 8,5% Palermo e + 7,2% sia Genova che Firenze. Invece, a Roma e a Napoli la crescita è stata intorno al 3,5% e l'ultima delle otto metropoli nazionali – Milano – ha addirittura denunciato un calo del 2,4%.
Comunque, Torino è risultata terza per numero di compravendite di abitazioni nel terzo trimestre, superata soltanto da Roma (7.151) e da Milano (5.274). Complessivamente, nelle otto metropoli italiani gli acquisti di case sono stati 22.315, il 3,9% in più dei 21.472 di luglio-settembre 2017.
Nel secondo trimestre, a Torino le case che avevano cambiato proprietà erano state 3.738 e 3.095 nel primo. Il totale dall'inizio di gennaio, pertanto, ammonta a 9.715, che equivale a una media di 36 al giorno, festivi compresi.
A livello nazionale, le compravendite di abitazioni nel terzo trimestre 2018 sono state 130.609, il 6,7% in più rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso. L'incremento è superiore al 5,6% del secondo trimestre e conferma la continuità del recupero del mercato, fenomeno che dura dal 2014 e tale da far riassorbire, quasi completamente, le forti perdite subite nel 2012.

Nessun commento: