Torino, nel 2017 ipotecati 11.363 immobili a garanzia di prestiti per 1,146 miliardi

Nel comune di Torino, l'anno scorso, a garanzia di prestiti per 1,146 miliardi sono stati ipotecati 11.363 immobili, il 12,1% in più rispetto al 2016. Nessun'altra delle otto maggiori città italiane ha fatto registrare un incremento più alto (il secondo è stato il 10,5% di Firenze). Il dato emerge dal Rapporto mutui ipotecari 2018, nuova iniziativa dell'Osservatorio del mercato immobiliare dell'Agenzia delle Entrate.
Dopo la premessa che il consuntivo relativo ai nuovi mutui non comprende le cosiddette surroghe, lo stesso Rapporto precisa che nel 2017, in tutta l'Italia, sono stati sottoscritti e registrati, complessivamente, 403.000 atti di iscrizione ipotecaria, per un totale di 93,5 miliardi di capitale di debito finanziato a fronte di 917.313 immobili concessi in garanzia.
In particolare, il capitale erogato limitatamente a prestiti strettamente connessi all'acquisto di un'abitazione garantiti dalla stessa abitazione acquistata è ammontato a 32,7 miliardi, dei quali 9,182 relativi alle otto principali città del Paese.
A Torino, nel 2017, il capitale erogato a fronte dell'iscrizione di un'ipoteca sulla casa comprata è risultato di 736 milioni, cifra superiore del 13,8% a quella dell'anno precedente. E soltanto Milano ha fatto registrare un aumento maggiore (32,8%).
A livello nazionale, i capitali erogati su mutui ipotecari nel 2017 sono i più elevati dal 2012. quando quelli sull'insieme degli immobili concessi a garanzia furono pari a 68,5 miliardi e a 35,1 miliardi quelli le sole abitazioni; ma, comunque, ancora ben lontani dalla dozzina di anni prima. Infatti, erano ammontati a 205,4 miliardi i capitali erogati su mutui ipotecari nel 2007 e a 50,9 miliardi, nel 2006, quelli specifici per l'acquisto della casa.

Nessun commento: