Fideuram e Banca del Piemonte campioni del "private banking" (grandi patrimoni)

Carla Venesio, responsabile
private banking Banca del Piemonte
Sono entrambi piemontesi i due campioni italiani del private banking, settore bancario destinato alla clientela molto facoltosa, dato che la soglia di accesso normalmente non è inferiore al mezzo milione di euro, ma può essere anche di cinque milioni.
Il riconoscimento di campioni è stato attribuito da “Patrimoni” a Fideuram Intesa Sanpaolo Pb e a Banca del Piemonte. A quest'ultima per il maggior incremento percentuale della massa gestita nell'ultimo anno preso in considerazione e a Fideuram Intesa Sanpaolo Pb per il valore assoluto della massa gestita in essere al 30 giugno scorso: 211 miliardi di euro, il 41,37% in più rispetto alla stessa data del 2017.
Il primato nazionale di Fideuram Intesa Sanpaolo Pb, che è guidata da Paolo Molesini e che si cura dei clienti che portano in gestione almeno mezzo milione di euro, è nettissimo, perchè gli altri due maggiori operatori del comparto hanno un grande distacco: a Unicredit Network Private Banking Italy (un milione la soglia d'ingresso) è stata riconosciuta una massa gestita di 63 miliardi e di 53,1 miliardi a Banca Generali.
Per quanto riguarda le masse gestite in essere alla fine di giugno di quest'anno, “Patrimoni” ha indicato 18,4 miliardi per la torinese Ersel (+ 23.49% rispetto al 30 giugno 2017), 12,5 miliardi per Banca Patrimoni Sella & C (+13,64%) e 8,5 miliardi per Banca Sella Pb, tutte e due appartenenti all'omonimo gruppo biellese; 6,1 miliardi per Bim Banca Intermobiliare (-29,97%) e 3,8 miliardi per Banca del Piemonte.
Però, Banca del Piemonte, la cui attività private è coordinata da Carla Venesio, ha fatto registrare un aumento del 64,93% della specifica massa gestita rispetto alla fine del giugno 2017, quando ammontava a 2,3 miliardi.
Nella graduatoria di “Patrimoni” relativa alle 50 best performing di private banking in Italia si trova anche la milanese Banca Albertini, recentemente acquisita da Ersel. La massa gestita della Banca Albertini a fine giugno è risultata di 3 miliardi, superiore del 4,57% a quella emersa alla stessa data precedente.
Posta un commento