Protagonisti del Nord Ovest



I VINCITORI DEL PREMIO BOGIANEN 2017
Ernesto Ramojno

Lunedì 15 ottobre, Torino Incontra, il Centro Congressi della Camera di commercio di Torino, nella sua sede di via Nino Costa, assegna il Premio Bogianen 2017, annuale riconoscimento ai piemontesi, di nascita o di adozione, che si sono distinti nel corso della propria vita o della propria carraiera.
Bruno Graglia, presidente di Torino Incontra, premierà: la Famiglia Eandi (per i successi imprenditoriali della “Sistemi Spa”, leader nella produzione di software per professionisti e imprese, e per la “Fondazione Enrico Eandi” per la valorizzazione della cultura piemontese); Vincenzo Gerbi (per la sperimentazione e la ricerca scientifica applicata in particolare nel settore vitivinicolo e l’innovazione di processo nella tecnologia della filiera dei prodotti alimentari territoriali); Elisabetta Mijno (per la dedizione e la tenacia dedicata allo sport, come mezzo capace di superare le barriere).
Ernesto Ramojno (per avere anche pilotato la “Scialuppa Crt Onlus - Fondazione Anti Usura” con maestria, dedizione e grande umanità, fin dal suo varo nel 1998); Fratelli Scaglia (per aver trasformato l’azienda familiare di allevamento di carni in una filiera innovativa, dalla produzione alla vendita, ribaltando il concetto di fast food di bassa qualità in slow-fast-food di eccellenza a Km 0) e Diego Borotti - Giorgio Li Calzi (per aver contribuito alla rinascita del Torino Jazz Festival con un nuovo format ideato per ristabilire un rapporto diretto tra la città e la storia del fenomeno jazz).

Silvio Pietro Angori
SILVIO PIETRO ANGORI “EUROSTAR 2018”

Silvio Pietro Angori, amministratore delegato della Pininfarina, è tra le Eurostar 2018, nominate da Automotive News Europe, edizione europea della più autorevole rivista automobilistica mondiale. Il premio viene assegnato ai top manager che si sono particolarmente distinti nei settori di attività delle rispettive aziende automobilistiche.
Questa la motivazione del riconoscimento: Sotto la guida di Angori, Pininfarina ha portato a termine una lunga e dolorosa ristrutturazione, che ha visto cedere il controllo della società alle banche creditrici e abbandonare il settore manifatturiero per concentrarsi sui servizi di design e ingegneria. Dopo l’acquisizione, da parte del gruppo indiano Mahindra, della quota di controllo del 76% nel 2015, con conseguente riduzione del debito, Angori ha dato il via ad una nuova stagione di crescita per l’azienda. Pininfarina ha così riportato nel primo semestre 2018 risultati record, tra i quali un utile netto di 3,1 milioni di euro”.
La consegna del Premio è avvenuta al Salone dell’Auto di Parigi.
Silvio Pietro Angori, entrato nel Gruppo Pininfarina nel gennaio 2007 con la carica di direttore generale, ne è anche l’amministratore delegato dall’aprile 2009. Laureato in Fisica Teorica all’Università “La Sapienza” di Roma, ha conseguito un Master’s Degree of Business Administration alla Booth School of Business dell’Università di Chicago, Illinois (USA).
Prima di approdare in Pininfarina, Angori ha avuto esperienze alla ArvinMeritor Inc di Detroit, ora Meritor, tra le 20 società più grandi al mondo nel settore della componentistica e fornitura di sistemi per automobili e veicoli commerciali, al Centro Ricerche Fiat di Orbassano e alla Agusta Helicopters di Cascina Costa, società internazionale leader nell’aeronautica.

RICONOSCIMENTI A RE REBAUDENGO, FOSSON E GULLINO
A proposito di riconoscimenti, recentemente Agostino Re Rebaudengo, presidente e titolare di Asja Ambiente Italia, ha ricevuto il titolo di Commendatore dell'Ordine nazionale al merito della Repubblica di Colombia, dal suo ambasciatore in Italia, Juan Mesa Zuleta. Anna Fosson, dirigente Comunicazione e cerimoniale della Regione Valle d'Aosta, è stata insignita dell'onorificenza di Cavaliere dell'Ordine al merito della Repubblica Italiana, su proposta della Presidenza del Consiglio dei ministri.
Inoltre, Maria Lodovica Gullino, direttrice di Agrinnova, centro per l'innovazione agro ambientale dell'Università di Torino, è stata insignita – prima italiana - del titolo di Fellow della Società internazionale di Patologia Vegetale (Ispp), della quale è stata anche la prima presidente italiana. Tra l'altro, Maria Lodovica Gullino, è stata la prima donna in Italia a diventare professore ordinario di Patologia Vegetale e e la prima donna a essere eletta presidente della Società italiana di Patologia vegetale. Il nuovo prestigioso riconoscimento internazionale si è aggiunto ai diversi già ricevuti, nel nostro Paese e all'estero.

EDY INCOLETTI AL VERTICE DELLE PMI VALDOSTANE
EdEdEdy Incoletti
Edy Incoletti è il nuovo ptresidente del Comitato piccola industria di Confindustria Valle d'Aosta. E' stato eletto all'unanimità, per restare in carica fino al 2022. Nicoletti, titolare della Logic Sistemi, ha subito dichiarato di essere orgoglioso di avere al suo fianco, nello svolgimento del nuovo incarico, persone come Corrado Cometto, Rossella Noussan ed Elena Vittaz, “due imprenditrici giovani e capaci, che sapranno portare nuove idee e interessanti spunti di riflessione durante tutto il nostro mandato”. Primo impegno particolare: il Pmi Day, il prossimo 16 novembre, quando “le nostre aziende apriranno le porte a centinaia di studenti, in un progetto di alternanza scuola-lavoro, finalizzato ad avvicinare i giovani al mondo del lavoro”.
Edy Nicoletti, 45 anni nel prossimo dicembre, laurea in Ingegneria informatica al Politecnico di Torino, esperienza lavorative in Avio Aereo e Reply, è già membro della locale Camera di commercio e di Fondimpresa Valle d'Aosta. Dal 2013 al 2015 è stato presidente del Gruppo giovani imprenditori di Confindustria Valle d'Aosta.

LA GUIDA DI LEASYS (FCA BANK) AD ALBERTO GRIPPO
Alberto Grippo 
Leasys, la società di mobilità e noleggio a lungo termine controllata da Fca Bank (joint venture tra Fca Fiat Chrysler Automobiles e Crédit Agricole) ha come nuovo amministrato delegato Alberto Grippo, casertano, classe 1971, laurea in Economia a Roma, prima di trasferirsi in Inghilterra. Sposato, tre figli, è cresciuto professionalmente all'interno del gruppo Fca Bank, per il quale è stato responsabile delle attività in Spagna, Portogallo e Marocco. Presidente di Leasys resta Giacomo Carelli, numero uno operativo di Fca Bank.

Nessun commento: