Sfratti, nel 2017 cali in tutto il Nord Ovest

Augusto Ferrari
assessore alla Casa
Regione Piemonte
Nelle tre regioni del Nord Ovest, l'anno scorso, sono stati emessi 7.202 provvedimenti di sfratto: in particolare, 4.968 in Piemonte (-28,21% rispetto al 2017), 2.108 in Liguria (-19,66%) e 126 in Valle d'Aosta (-13,7%). Quanto agli sfratti eseguiti, sono stati 4.030 in Piemonte (-19,27%), 1.347 in Liguria (-15,18%) e 57 in Valle d'Aosta (+18,75%), per un totale di 5.434 nelle tre regioni. A livello nazionale i provvedimenti di sfratto emessi sono risultati 59.609 (-6,74%) e 32.069 gli sfratti eseguiti (-9,33%).
La disaggregazione dei dati per provincia mostra che nel 2017 sono stati eseguiti 2.788 sfratti nel Torinese (-17,71% rispetto al 2016), 291 nell'Alessandrino (-18,49%), 119 nell'Astigiano (-5,6%), 65 nel Biellese (-17,72%), 311 nel Cuneese (-37.04%), 286 nel Novarese (-3,7%), 69 nel Verbano-Cusio-Ossola (-28,13%) e 101 nel Vercellese (-34,84%).
Nelle province liguri: Genova 682 (-18,52%), Imperia 253 (-26,24%), Imperia 178, Savona 234 (+1,74%).
A fare questa fotografia, basata sulle rilevazioni del ministero dell'Interno, è stata la Uil, la quale ha evidenziato, con preoccupazione, che il 90% degli sfratti è dovuto a morosità: “in Italia, un numero crescente di famiglie ha difficoltà a pagare l'affitto per l'abitazione, soprattutto nelle grandi città, dove i canoni di locazione sono diventati elevatissimi”.
Ivana Veronese, Segretario confederale della Uil ha commentato: “E' evidente come l'offerta di immobili residenziali appare oggi del tutto inadeguata a far fronte alla domanda crescente quantitativamente e qualitativamente, anche in considerazione del fatto che il numero di abitazioni in locazione, già da tempo di dimensioni limitate, ha subito un progressivo ridimensionamento. Il vero tema è come mettere sul mercato un maggior numero di case a un costo, soprattutto per l'affitto, compatibile con il reddito della maggioranza delle persone”.

Nessun commento: