Le vittorie della Juventus e di Malacalza bocciate da Piazza Affari con forti ribassi

Pietro Modiano, nuovo presidente di Banca Carige
La Juventus ieri ha vinto la partita con il Valencia, nonostante l'espulsione di Ronaldo; ma oggi, 20 settembre, è stata la quotata del Nord Ovest che ha perso di più, dato che il suo prezzo è sceso del 5,44% rispetto alla seduta precedente. Così, si è interrotta la sua lunga e accelerata crescita, tale comunque da mantenerne il titolo a 1,581 euro.
Le altre quattro del Nord Ovest che hanno registrato i maggiori ribassi odierni sono: Carige (-4,55%), Visibilia Editore (-3,67%), Bim Banca Intermobiliare (-2,86%) e Ubi Banca (-2,44%). Sorprendente è il calo della Banca genovese, la cui assemblea ha sancito la vittoria dei Malacalza contro Mincione e C. La lista della Malcalza Investimenti, avendo ottenuto il 52,58% dei voti, ha visto eletti in Consiglio di amministrazione, ridotto a 11 componenti, Pietro Modiano (presidente), Lucrezia Reichlin (vice), Fabio Innocenzi (futuro amministratore delegato), Stfano Lunardi, Salvatore Bragantini, Francesca Balzani e Lucia Calvosa.
Per la lista di Mincione-Volpi-Spinelli, sono stati eletti lo stesso Raffaele Mincione, che sarebbe stato presidente in caso di successo, Bruno Pavesi e Luisa Marina Pasotti. Dei candidati presentati da Assogestioni, rappresentante diversi fondi comuni d'investimento azionisti di Carige, è stato eletto Giulio Galeazzi.
Fuori Paolo Fiorentino, che è stato l'amministratore della Banca genovese, contestato e in continuo conflitto con Vittorio Malacalza, che l'ha messo ko.
Quanto alle quotate del Nord Ovest top five per i rialzi odierni sono Gedi Gruppo Editoriale (+4,54%), Cdr Advance Capital (+3,03%), Sogefi (+2,52%), Damiani (+2,25%) e Italgas (+2,11%).
Un paio di notizie riguardanti società che compongono il paniere borsistico di Piemonte e Liguria. Il gruppo Orsero, con sede operativa ad Albenga, ha firmato l'accordo per rilevate il 100% della Sevimpor, impresa di Siviglia che distribuisce all'ingrosso frutta e verdura fresche (nel 2017 ha fatturato 9 milioni di euro con un margine operativo lordo di 450.000 euro). L'acquisizione, per 1,65 milioni, avverrà attraverso la controllata spagnola Hermanos Fernandez Lopez).
Edoardo Carlo Maria Subert è stato nominato vice presidente dell'alessandrina Guala Closures dal consiglio di amministrazione della stessa presieduto da Marco Giovannini. L'ultimo prezzo dell'azione Guala Closures è stato di 9 euro esatti, superiore dell'1,81% a quello di ieri.

Nessun commento: