Auto: le sfide tra le marche "premium" nelle province di Torino e di Genova

Culla e roccaforte dell'industria automobilistica italiana, la provincia di Torino resiste agli attacchi e alle tentazioni dei tre Costruttori tedeschi alto di gamma, o premium o di fascia alta che dir si voglia. Dall'inizio di gennaio alla fine del mese scorso, a Torino e nel resto della provincia, il trio formato da Audi, Bmw e Mercedes ha venduto complessivamente 2.018 vetture, pari al 3,78% del mercato locale; mentre la quota nazionale delle tre Case tedesche, insieme, è stata del 9,31%.
“Questa differenza – ha scritto il Corriere Torino, edizione locale del Corriere della Sera guidata da Umberto La Rocca - indica certamente che il mercato automobilistico torinese è ancora notevolmente condizionato dal gruppo “domestico”, cioè da Fca-Fiat Chrysler Automobiles, che comprende le marche Alfa Romeo, Lancia, Maserati e Chrysler, oltre a Fiat, naturalmente. Infatti, la quota locale di Fca è superiore al 70% (72% nel mese scorso), a fronte del 27,5% nazionale”.
Però, il forte divario che il trio tedesco presenta tra la quota di immatricolazioni in provincia di Torino e quella relativa a tutta l'Italia, indica, forse, anche una minore propensione dei torinesi a comprare vetture premium. In altre parole, forse, quello torinese è un mercato meno ricco.
Comunque, tra le tre Case tedesche più ambite è Audi ad avere avuto più acquirenti di sue vetture nella provincia di Torino, nel primo quadrimestre di quest'anno: ne ha contati 775, a fronte dei 666 della Bmw e i 577 della Mercedes. Audi ha fatto registrare 265 nuove immatricolazioni in gennaio (171 Bmw e 85 Mercedes), 174 in febbraio (180 Bmw e 140 Mercedes), 198 in marzo (Bmw 172 e Mercedes 244) e 138 in aprile (143 Bmw e 108 Mercedes).
Dunque, la Casa con la stella a tre punte ha avuto la meglio sulle sue due concorrenti nazionali soltanto in marzo, mentre Bmw è risultata al primo posto in febbraio e in aprile. Anche in tutto il resto dell'Italia la sfida tra tedesche ha visto vincere Audi nei primi quattro mesi (24.699 nuove immatricolazioni e quota del 3,31%), mentre Mercedes è finita seconda con 22.854 (3,06%) e Bmw terza con 21.920 (2,94%).
Nella provincia di Genova, negli ultimi tre mesi, Mercedes ha venduto 176 sue vetture nuove, a fronte delle 139 dell'Audi e le 111 di Bmw.
In un altro girone del lusso, con gamme paragonabili, sono in gara Maserati e Porsche; però, la prima è ancora in avvio, almeno come nuovo corso targato Sergio Marchionne; l'altra, invece, è già consolidata a livello anche mondiale. Scontato, perciò, l'esito anche in provincia di Torino: nel primo quadrimestre, Porsche ha venduto 66 suoi “gioielli”, Maserati 30. Quanto alla provincia di Genova, l'ultimo trimestre è finito in parità: 9 le nuove immatricolazioni della Maserati e altrettante quelle della Casa di Stoccarda.
In tutta l'Italia, dall'inizio di gennaio alla fine di aprile, Porsche ha fatto registrare 1.809 nuove immatricolazioni (-4,44% rispetto al corrispondente periodo dell'anno scorso) e Maserati 1.016 (-0,14%). La marca con il Tridente, perciò, ha avuto la quota dello 0,14% dell'intero mercato nazionale a fronte dello 0,24% della Porsche.
Maserati Quattroporte Gran Sport


Nessun commento: