Auto, 116.460 acquisti nei primi 4 mesi quasi 139.000 radiazioni nell'anno scorso


Novità sul mercato automobilistico. Due specifiche sul Nord Ovest e una nazionale. Per quanto riguarda l'intera Italia, l'ultima indagine dell'Istat, l'istituto centrale di statistica, rivela che nel mese scorso l'11,6% del campione monitorato ha risposto di avere l'intenzione di comprare un'auto nuova nei prossimi dodici mesi, “certamente” o “molto probabilmente”. E' il valore mensile più alto dal 2010. Nell'aprile del 2017 le intenzioni di acquisto certe o molto probabili erano al 7,9% e al 9,2% ancora nel gennaio appena passato. Invece, in aprile è scesa al 77,1% la quota degli intervistati sicuri di non comprare un'auto nuova nei prossimi dodici mesi, mentre era dell'80,4% all'inizio dell'anno.
Passando ai consuntivi, l'Anfia, l'associazione che rappresenta la filiera dell'industria automobilistica italiana, ha comunicato che nel primo quadrimestre 2018 sono state 116.460 le immatricolazioni di vetture nuove nelle tre regioni del Nord Ovest. In particolare, dal primo giorno di gennaio all'ultimo di aprile, ne sono state registrate 75.332 in Piemonte (-0,2% rispetto allo stesso periodo dell'anno scorso), 29.095 in Valle d'Aosta (+7,5%) e 12.033 in Liguria (-8%).
In tutto il Paese, le nuove immatricolazioni del primo quadrimestre sono risultate 746.143 (+0,3%), delle quali il 10,1% appunto in Piemonte, il 3,9% in Valle d'Aosta e l'1,6% in Liguria, quota superiore soltanto a quelle dell'Umbria (1,2%), degli Abruzzi (1,4%), della Basilicata (0,4%), del Molise (0,2%), della Calabria e della Sardegna (0,4%).
A sua volta, l'Unrae, l'unione dei costruttori autoveicolistici esteri operanti in Italia, in seguito a un suo specifico studio, ha trovato che nell'intero 2017 sono state 138.815 le radiazioni di auto nel Nord Ovest (vetture cancellate dal Pra per rottazione o per la loro esportazione). In Piemonte le radiazioni sono state 106.128 (+4% rispetto al 2016), in Liguria 26.925 (-5,3%) e in Valle d'Aosta 5.762 (-9,1%).
A livello nazionale, le radiazioni sono risultate 1.380.903 (+2,1%). Di queste 46.855 erano Euro 0, 80.917 Euro 1, 413.647 Euro 2, 389.407 Euro 3 e 330.934 Euro 4. Di conseguenza, al 31 dicembre 2017 sono diventate 37.160.000 le auto circolanti in Italia, delle quali 1,5 milioni ancora Euro 0 e quasi 7,6 milioni rispondenti alle Direttive ante Euro 3 immatricolate prima del 2001 e, perciò, più di 17 anni fa.

Nessun commento: