Tra i contribuenti del Nord Ovest e il fisco vale oltre un miliardo di euro la sfida 2017

La posta è un po' superiore al miliardo di euro. Per la precisione, è di 1,064 miliardi di euro il valore totale delle 6.242 controversie che si sono aperte presso le Commissioni tributarie provinciali (Ctp) del Nord Ovest, l'anno scorso, tra i contribuenti – persone fisiche e giuridiche - del Nord Ovest e gli enti impositori, a partire dall'Agenzia delle Entrate e dall'ex Equitalia per arrivare agli Enti territoriali.
Nel 2017, le Commissioni tributarie provinciali del Piemonte hanno ricevuto 3.577 nuovi ricorsi, con contestazioni complessive di 596,4 milioni di euro, mentre a quelle della Liguria ne sono stati presentati per 2.535, per un valore di 459,9 milioni. Allla Ctp di Aosta, infine, sono arrivati 135 ricorsi per circa 8 milioni di euro.
Circa un quinto delle liti con il fisco, inteso in senso generale, riguarda Irpef e Ire, il 14,5% tasse automobilistiche e tributi, il 12,8% l'Iva, poco meno Tarsu e Tia, il 9,8% l'Irap, il 6,7% Ici e Imu, il 6,5% le imposte di registro, il 4,4% Irpeg e Ires, il 3,6% i diritti camerali.
Quanto all'esito delle controversie, la statistica nazionale dice che nel 44,8% dei casi vince l'Ente impositore, mentre è favorevole al contribuente il 30,9% degli esiti. Parità per la quota restante. Quindi, si può stimare in circa 329 milioni la somma non dovuta dai contribuenti del Nord Ovest agli enti impositori, secondo le Commissioni tributarie provinciali, le quali invece hanno ritenuto corretta l'imposizione del pagamento di circa 477 milioni richiesti ai soggetti tassati.
Comunque, forse anche per i giudizi tradizionalmente favorevoli al fisco, i ricorsi alle Commissioni tributarie provinciali (primo grado) e a quelle regionali (appello) continuano a diminuire: nell'intero 2017, la somma dei ricorsi alle Ctp e degli appelli alle Commissioni tributarie regionali è diminuita dell'8,76% rispetto al 2016 (211.515 nuove controversie l'anno scorso contro le 231.815 l'anno precedente) e del 17,71% rispetto al 2015, quando ne sono state censite 257.036.
In particolare, nell'ultimo trimestre del 2017, le Commissioni provinciali tributarie hanno ricevuto, tra tutte, 1.017 nuovi ricorsi in Piemonte (121,6 milioni di euro il valore totale delle controversie), 705 in Liguria (per 110,5 milioni) e 39 in Valle d'Aosta (per 2,9 milioni).
Ecco, per ogni Ctp del Nord Ovest, il numero dei ricorsi pervenuti: Alessandria 123, Asti 47, Biella 47, Cuneo 101, Novara 68, Torino 584, Verbania 24, Vercelli 122; Genova 433, Imperia 78, La Spezia 76, Savona 118, Aosta 51.
Tutte le Ctp italiane hanno registrato, dall'inizio di ottobre alla fine di dicembre, 35.975 nuove controversie (-1,97% rispetto allo stesso periodo 2017) per un valore contestato di quasi 4,3 miliardi di euro; mentre ne hanno definite 50.750 con questi risultati: il 45% dei giudizi è stato a favore dell'ente impositore (per circa 2 miliardi di euro) e il 10,9% a favore del contribuente (per 856 milioni). Per il 12,1% restante è finita con un giudizio intermedio, cioè in “pareggio".

Nessun commento: