Prima Industrie: d'oro l'esercizio 2017 dividendo ai soci aumentato del 33 %


Un titolo ad alto rendimento. E' così che si rivela l'azione Prima Industrie. L'ultima conferma è arrivata con il comunicato che riporta i dati principali del bilancio 2017 e che annuncia la proposta del consiglio di amministrazione di distribuire ai soci un dividendo di 0,40 euro per azione, il 33% in più rispetto a quello dell'anno scorso. Complessivamente, ammonta a 4,193 milioni la somma che si divideranno gli azionisti della società torinese presieduta da Gianfranco Carbonato.
La decisione degli amministratori è conseguente all'utile netto di 18,5 milioni conseguito dalla capogruppo e all'utile netto consolidato, che è stato di 18,7 milioni (+83.3% rispetto ai 10,2 milioni del 2016).
Nell'esercizio appena passato, il gruppo Prima Industrie ha registrato un fatturato di 449,5 milioni (+14,1%) e un margine operativo lordo di 45,1 milioni (+24,7%), pari al 10% dei ricavi. Il portafoglio ordini al 31 dicembre scorso sfiorava i 170 milioni (+18,5%) ed è ancora salito a 185,6 milioni al 31 gennaio 2018.
Nel 2017 è migliorata anche la posizione finanziaria: l'indebitamento netto è sceso a 69,6 milioni dagli 84,2 milioni del 31 dicembre 2016. I dipendenti sono risultati 1.781, quindi 117 in più rispetto all'anno precedente.
L'alto rendimento dell'azione Prima Industrie è provato anche dalla performance borsistica: l'ultimo prezzo in Piazza Affari è stato di 34,65 euro, a fronte dei 19,40 euro del 2 marzo 2017. In dodici mesi esatti la rivalutazione è stata di 15,25 euro e del 78,6%. La capitalizzazione della società è perciò salita a 363,245 milioni.
Gianfranco Carbonato, presidente Prima Industrie
Posta un commento