Salone del Libro e Fondazioni piemontesi insieme adottano 26 scrittori per i giovani

Con l'edizione appena avviata, la sedicesima, diventano 340 gli autori che hanno aderito all'iniziativa “Adotta uno Scrittore” e risulteranno oltre diecimila i giovani coinvolti. Bastano questi due numeri a dare un'idea del successo di “Adotta uno Scrittore”, progetto organizzato dal Salone internazionale del Libro in collaborazione con la Direzione generale dell'Ufficio scolastico regionale del Piemonte e realizzato grazie al sostegno finanziario dell'Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, la quale, anche quest'anno, metterà a disposizione di studenti di Istituti di primo e secondo grado del Piemonte 10.000 biglietti per l'ingresso gratuito al 31.mo Salone internazionale del Libro, in programma a Torino dal 10 al 14 maggio.
La formula di “Adotta uno Scrittore”, iniziativa riconosciuta come una delle più originali ed efficaci per la promozione della lettura e della scrittura tra i giovani in Italia, consiste essenzialmente nel far incontrare e dialogare autori contemporanei e ragazzi in luoghi di formazione, 26 quest'anno: 13 istituti superiori, tre scuole medie, tre elementari, quattro strutture di detenzione penale, un centro per l'istruzione per adulti e un ospedale (il Regina Margherita, nel capoluogo piemontese).
Ognuno di questi luoghi “adotterà” uno scrittore, il quale ne incontrerà gli ospiti tre volte nel corso dell'anno scolastico e una quarta il 14 maggio, al Salone del Libro. Quattro scrittori, quindi, entreranno rispettivamente nell'istituto penale per minorenni Ferrante Aporti di Torino, nella casa di reclusione Rodolfo Morandi di Saluzzo, nel carcere Lorusso e Cotugno di Torino e nell'istituto penale femminile di Pontremoli per minorenni, unico del genere nel nostro Paese.
Gli scrittori che partecipano all'edizione 2018 sono: Pierdomenico Baccalario, Francesca Brunetti, Andrea Valente, Nadia Terranova, Marco Magnone, Sofia Gallo, Alessandro Barbero, Iacopo Barison, Simona Binni, Carlo Boccadoro, Giuseppe Genna, Carlo Greppi, Francesca Manfredi, Federica Manzon, Giusi Marchetta, Francesco Pacifico, Enrico Pandiani, Laura Pugno, Stefano Raimondi, Roberto Tiraboschi, Carlos Spottorno, Helena Janeczek, Maria Attanasio, Christian Raimo, Federico Guglielmi.
Il presidente dell'Associazione delle Fondazioni di origine bancaria del Piemonte, Giovanni Quaglia ha spiegato che “Adotta uno Scrittore fa crescere nuovi semi di cultura, sapere, dialogo e bellezza non solo nelle scuole, ma anche in alcuni luoghi simbolo di fragilità e marginalità, come le carceri e gli ospedali, perché il valore e il piacere della lettura possano coinvolgere anche chi è in difficoltà”. E Nicola Gioia, direttore del Salone Internazionale del Libro, ha aggiunto che “Adotta uno Scrittore è una delle iniziative del Salone di cui andiamo più orgogliosi”.



FONDAZIONE RIVIERA DEI FIORI ONLUS: COSTITUITO
IL FONDO MEMORIALE DEDICATO A ROBERTO CASSINI

Il Consiglio di amministrazione della Fondazione comunitaria Riviera dei Fiori Onlus, nata per iniziativa della Compagnia di San Paolo e attiva nella provincia di Imperia, ha comunicato di avere deliberato la costituzione del Fondo memoriale Roberto Cassini, alla cui prima dotazione hanno provveduto i consiglieri, con donazioni personali.
Roberto Cassini è stato Consigliere di amministrazione della Fondazione Riviera dei Fiori Onlus fino al novembre scorso, quando è mancato, a 77 anni. Era stato nominato dal Vescovo di Ventimiglia-Sanremo. I consiglieri della Fondazione ne hanno ricordato le grandi virtù: l'impegno costante per aiutare i più bisognosi, la profonda umanità, la generosità, la saggezza, la pacatezza, la dedizione, la vocazione al bene comune. Prima di diventare economo del Seminario e della sua Diocesi, incarico svolto fino a giugno 2016, Roberto Cassini, nato a Perinaldo, dove ora riposa, è stato direttore amministrativo della residenza protetta “Doria”, a Genova, per una trentina d'anni.
Le rendite del Fondo destinato a ricordare Roberto Cassini, come gli altri Fondi memoriali, contribuiscono al finanziamento delle attività benefiche della Fondazione Riviera dei Fiori Onlus, che nei suoi dieci anni di operatività ha aiutato, in vari modi, migliaia di famiglie del Ponente ligure particolarmente bisognose.
Chi volesse partecipare al Fondo memoriale Roberto Cassini, può contribuire con un bonifico su uno dei due seguenti conti correnti, intestati alla Fondazione comunitaria Riviera dei Fiori Onlus:
IT47S0617549091000001540780

Nessun commento: