Risparmio: in Liguria e in Valle d'Aosta aumentato meno del 2,5% medio italiano

Più depositi nelle banche del Piemonte, meno in quelle della Liguria e della Valle d'Aosta. E' la situazione riscontrata, a fine novembre 2017, dall'Abi, l'associazione nazionale degli istituti di credito, come si può leggere nel suo ultimo rapporto. L'Abi ha documentato che i depositi bancari da parte delle famiglie consumatrici al 30 novembre scorso erano superiori del 2,8% rispetto alla stessa data del 2016 in Piemonte, mentre erano inferiori dell'1,6% sia in Liguria che in Valle d'Aosta.
Nel Nord Ovest, dunque, soltanto le banche attive in Piemonte hanno visto crescere i depositi delle famiglie più della media nazionale (2,5%) nei dodici mesi finiti a novembre. In altre regioni dell'Italia settentrionale, però, i depositi bancari sono aumentati più che in Piemonte: 4,8% in Veneto, 4,4% in Trentino-Alto Adige, 3,9% in Friuli-Venezia Giulia e 2,9% in Lombardia.
Dati ancora più freschi relativi ai depositi bancari della clientela residente (escluse le istituzioni finanziarie e monetari oltre che le amministrazioni centrale) sono forniti dall'Abi per il Paese interno: al 31 gennaio 2018, la liquidità rappresentata dai conti correnti, dai certificati di deposito e dai pronti contro termine ammontava a 1.441,308 miliardi di euro, circa 70 miliardi e il 5,08% in più rispetto alla stessa data dell'anno scorso.
Comprendendo le obbligazioni, il cui valore è però diminuito di oltre 52 miliardi e del 15,9% nei dodici mesi, la raccolta complessiva delle banche a fine gennaio risulta di 1.717 miliardi, quasi 168 miliardi più che nel 2007, l'ultimo anno prima della grande crisi economica.

Quanto ai prestiti delle banche alle famiglie e alle società non finanziarie, l'Abi, della cui filiale piemontese è presidente Cristina Balbo, responsabile della Banca dei Territori dei Intesa Sanpaolo per il Nord Ovest (vice presidenti sono Stefano Gallo di Unicredit e Giancarlo Poletto di Banca del Piemonte) ha comunicato che al 31 gennaio ammontavano a 1.366 miliardi, l'1,78% in più rispetto alla fine del gennaio 2017.

Cristina Balbo, presidente Abi Piemonte

Nessun commento: