Birrifici, Torino non è più la capitale

Torino non è più la provincia con il maggior numero di birrifici. Ha perso il primato italiano, scavalcata, al solito, da Milano. Al 31 dicembre scorso, infatti, la provincia di Torino contava 25 imprese produttrici di birra, una in meno di quella milanese, salita dal secondo posto del 2012 al primo di questa graduatoria 2017, appena pubblicata da Unioncamere, l'unione nazionale delle Camere di commercio, che ha posto Roma sul terzo gradino del podio, attribuendole 21 aziende specializzate nella produzione della bevanda a base di luppolo.
I birrifici attivi in Italia sono risultati 693 alla fine del 2017; sono aumentati di 407 negli ultimi cinque anni, a seguito anche della forte crescita della domanda. Delle aziende produttrici, che contano complessivamente circa 4.000 addetti, 62 si trovano in Piemonte, 23 in Liguria e 5 in Valle d'Aosta. Più del Piemonte, ne ha unicamente la Lombardia (105).
Dei birrifici piemontesi in attività otto fanno capo a giovani con meno di 35 anni (due in Liguria e uno in Valle d'Aosta) e due al genere femminile, come in Liguria.
Quanto al numero di birrifici nelle singole province del Nord Ovest, l'Unioncamere ne ha censiti 10 nelle province di Alessandria e Cuneo, 8 a Genova, 7 a Savona e, appunto, Aosta; 5 a La Spezia, Novara e Biella, 4 ad Asti, 3 a Imperia e 2 a Vercelli.

Nessun commento: