Biella leader per affidabilità commerciale

Biella medaglia d'oro del Nord Ovest e d'argento a livello nazionale per la quota di imprese che sono eccellenti in termini di affidabilità commerciale e puntualità dei pagamenti. La provincia di Biella, infatti, ha il il 16,85% delle sue imprese pienamente affidabili dal punto di vista commerciale, cioè con la minima possibilità di insolvenza. Un tasso inferiore, in tutta l'Italia, soltanto al 20,51% della provincia di Trento, ma superiore anche a quelli di Ravenna (16,18%), Sondrio (15,59%), Vicenza, Belluno, Mantova, Treviso, Lecco e Forlì-Cesena (13,5%).
La media nazionale delle aziende ai massimi livelli per affidabilità commerciale e puntualità nei pagamenti a fine 2017 è risultata dell'8%, un valore in continua crescita dal 2010, l'anno peggiore (5,53% ), ma ancora distante dal 10,15% del 2009, l'ultimo prima della grande crisi. Nel 2016 la media è stata del 7,6% e del 7,18% nel 2015.
A dare la pagella di affidabilità commerciale è Cribis, società del gruppo Crif specializzata nella business information. Cribis attribuisce alle imprese italiane eccellenti per affidabilità commerciale il titolo Cpc (Cribis Prime Company).
A livello regionale, Cribis ha assegnato il titolo di campione 2017 per Cpc al Trentino-Alto Adige (al top dell'affidabilità commerciale il 14,91% delle imprese locali) e ha posto sul podio anche il Veneto (12,49%) e l'Emilia-Romagna (12,36%).

Il Piemonte si è piazzato al quarto posto con l'11,45%, precedendo anche il Friuli-Venezia Giulia (11,37%), la Lombardia (11,10%) e la Valle d'Aosta (10,71%). Sotto la media nazionale, invece, sia pure di pochissimo, è finita la Liguria, a causa del suo 7,97%; comunque più basso di tutta l'Italia settentrionale e anche di quella centrale se si esclude il Lazio.  

Carlo Piacenza, presidente Unione Industriale Biellese

Nessun commento: