Alba culla anche di imprenditorialità web una conferma la Zeta Bi di Giorgio Proglio

Terra molto fertile di idee e di spirito d'iniziativa il Cuneese, dove nascono tante imprese, anche nei settori più avanzati, come quelli dell'informatica e del digitale. Conferme di questo fenomeno se ne trovano tante; una è rappresentata dalla albese Zeta Bi, srl fondata 18 anni fa da Giorgio Proglio e Diego Battaglino, che allora avevano 25 anni e avevano appena lasciato la Miroglio, dove si erano impiegati subito dopo il diploma.
La Zeta Bi opera nel mondo internet, fornendo ad aziende e professionisti soluzioni digitali, anche personalizzate, per lo sviluppo dei loro business: dalla creazione di siti web e app, alla gestione dell'e-commerce, del web marketing, delle pagine dei social network. Alcune applicazioni della Zeta Bi sono risultate novità assolute.
“Ci stiamo specializzando sempre di più, distinguendoci e creando nuove nicchie di mercato” ha detto Giorgio Proglio, amministratore delegato della Zeta Bi, come l'amico Diego Battaglino, con il quale condivide il 50% del capitale della società (il restante 50% fa capo alla Business Promoter, agenzia Telecom, che esprime il presidente Andrea Manzoni).
Sede ad Alba e direzione a Roddi, sei filiali in Italia, Zeta Bi può vantare fra i suoi clienti – oltre mille - nomi quali Ferrero, Maina, Camst, Banca d'Alba, Valgrana, Collisioni, Mokafe, Banca di Cherasco. Conta una ventina di dipendenti e si appresta a fare altre assunzioni, “trovando difficoltà, però, perché le figure professionali che cerchiamo – ha spiegato Giorgio Proglio – sono insufficienti e molto ambite”.

Giorgio Proglio, di Grinzane Cavouur, 43 anni, recentemente è stato confermato presidente di Admc- Associazione dirigenti marketing, commerciali e comunicatori d'impresa, uno dei sei club di Confindustria Cuneo.
Giorgio Proglio
Posta un commento