Borsa: nuovo record della Sias (Gavio)

Venerdì 5, Piazza Affari ha registrato i nuovi record storici di due quotate del Nord Ovest: Sias e Tecnoinvestimenti. L'azione della società tortonese controllata dalla famiglia Gavio e a capo delle loro imprese autostradali ha avuto come ultimo prezzo 16,46 euro (+2,21% rispetto alla precedente seduta di Borsa). Ha superato così il precedente primato di 15,83 euro, che aveva conquistato il 15 dicembre, dopo una lunga e continua corsa al rialzo. In seguito alla nuova prestazione, il valore attribuito dagli investitori alla Sias è salito a 3,636 miliardi, il 105,8% più di un anno fa.
Alla fine della settimana scorsa, ha migliorato il suo record anche il titolo Tecnoinvestimenti, che ha chiuso a 6,60 euro (+2% sulle 24 ore prima). La capitalizzazione della società con Enrico Salza presidente e Pier Andrea Chevallard amministratore delegato ha superato i 307 milioni, ancora 7 milioni in più rispetto al giorno precedente.
Venerdì 5 è risultata una buona giornata borsistica anche per la Bim-Banca Intermobiliare e per Prima Industrie. L'ultimo contratto di compravendita di azioni Bim è stato fatto al prezzo di 0,686 euro per azione, valore superiore del 13,2% a quello del giorno prima, confermando la tendenza positiva in atto dal 19 dicembre, quando era sprofondata a 0,440 euro. Circa il 70% del capitale dell'istituto torinese specializzato nel private banking è stato ceduto dai commissari straordinari che stanno liquidando Veneto Banca al fondo inglese

A sua volta, l'azione Prima Industrie ha fatto segnare un incremento del 10% quotando così 39,55 euro e riavvicinandosi al primato storico dei 46,73 euro ottenuto il 18 ottobre 2017. Comunque, la sua performance annuale supera abbondantemente il 140% e la capitalizzazione è di oltre 414 milioni di euro. La torinese Prima Industrie è presieduta dal subalpino Gianfranco Carbonato, che ne è stato cofondatore e ne resta anche azionista.
Beniamino Gavio

Nessun commento: