Un poker d'assi piemontesi

ROCCHIETTI “ARRUOLA” JOHN ELKANN
NEL CLUB DEGLI INVESTITORI HI-TECH

Alla vigilia del compimento dei primi dieci anni di attività, il Club degli Investitori, fondato nel 2008 a Torino dal presidente Giancarlo Rocchietti, insieme con una mezza dozzina di amici, si presenta con un nuovo socio d'eccellenza: John Elkann, presidente di Fca-Fiat Chrysler Automobiles e della controllante Exor, la holding della grande famiglia subalpina. L'ingresso di John Elkann nel Club degli Investitori, il maggiore network regionale di business angels in Italia, è stato ufficializzato al termine dell'assemblea dei soci, pochi giorni fa, nella sede ospitata dal Talent Garden della Fondazione Agnelli.
Il Club degli Investitori conta oltre cento soci, fra imprenditori, top manager e professionisti. Ha in portafoglio una ventina di società, start up e piccole aziende innovative con elevato potenziale di sviluppo. Non è una finanziaria né un fondo, ma un pool di persone che investono nelle singole iniziative con risorse proprie. Gli investimenti più recenti sono stati quelli su AppQuality, Genenta Science e DentalPro.
Giancarlo Rocchietti, nato sotto la Mole nel 1955, laureato in Ingegneria elettronica, è diventato un business angel a 50 anni. Prima ha gestito la Euphon, facendola crescere e portandola in Borsa prima di cederla. Vice presidenti del Club sono Bernardo Bertoldi e Mauro Ferrari. Del comitato direttivo fanno parte, fra gli altri, Vincenzo Ilotte, Massimiliano Marsiaj, Gabriele Magnetto e Filippo Sertorio.
Giancarlo Rocchietti, presidente Club degli Investitori

SILVIA MERLO IMPRENDITRICE CUNEESE
AI VERTICI ANCHE DI GRANDI QUOTATE

Rispettando la tradizione sabauda, la cuneese Silvia Merlo non si mette mai in mostra; ma certamente è una delle imprenditrici più attive e stimate. Lo confermano i rilevanti e prestigiosi incarichi che ricopre, anche al di fuori del gruppo di famiglia. Fra l'altro, infatti, è consigliere di amministrazione e membro di comitati interni sia del colosso industriale Leonardo, ex Finmeccanica (siede a fianco del presidente Alessandro Profumo, dell'illustre avvocato Guido Alpa, di Paolo Cantarella e anche di Dario Frigerio), sia della genovese Erg, sia della Gedi Gruppo Editoriale (L'Espresso, Repubblica, la Stampa, il Secolo XIX e numerose altre testate). Precedentemente, Silvia Merlo è stata anche consigliere di amministrazione della Banca Nazionale del Lavoro, fino a due anni fa, e della Cassa di Risparmio di Savigliano, come Gabriele Galateri di Genola, attuale presidente delle Generali.
Nata a Cuneo nel 1968, sposata, due figli, Silvia Merlo, dopo la laurea in Economia aziendale all'Università Liuc di Castellanza, ha partecipato al “Bnp Paribas women entrepreneur program” della Stanford graduate school of business (California). E' amministratore delegato della Merlo, gruppo industriale che produce sollevatori e trattori telescopici, piattaforme aeree, betoniere autocaricanti, macchina da cantiere e agricole, che esporta un po' in tutto il mondo. All'estero, al quale deve il 90% dei ricavi, dispone di una mezza dozzina di filiali.
Fondato nel 1964 da Amilcare e Natalina Merlo, il gruppo di Cervasca (Cuneo) conta oltre 1.200 dipendenti e ha un fatturato di 450 milioni di euro. Figlia di Amilcare Merlo, Silvia condivide il comando del gruppo con i fratelli Paolo e Marco, anche loro amministratori delegati.
In particolare, Paolo Merlo, 50 anni, laurea in Economia e commercio, oltre ad avere, come i fratelli, responsabilità operative in altre società del gruppo, è presidente di Egea New Energy e di Edis, componente della Giunta sia della Federazione nazionale dei costruttori di macchine per l'agricoltura sia di Confindustria Cuneo ed è consigliere di amministrazione della Fondazione Crc – Cassa di Risparmio di Cuneo, una delle maggiori d'Italia.
Silvia Merlo, amministratore delegato Merlo

NEL PORTAFOGLIO DI MARCO GAY
IL 4,4% DELLA DIGITAL MAGICS

In seguito all'aumento di capitale registrato il 4 dicembre, risulta del 4,39% la quota della Digital Magics, posseduta dal torinese Marco Gay, il quale figura così tra i principali azionisti, oltre che esserne vice presidente esecutivo, del business incubator di progetti digitali quotato sul mercato Aim della Borsa Italiana.
Digital Magics fornisce servizi di consulenza e accelerazione a start up e imprese, per facilitare lo sviluppo di nuovi business tecnologici, offrendo supporti per la creazione di progetti, dall'ideazione fino all'Ipo, cioè alla quotazione in Borsa. Complementari ai servizi, sono le attività di investimento, che hanno prodotto negli anni un portafoglio di oltre 70 partecipazioni in start up e spin off digitali. Principale socio della Digital Magics, con il 23,04% delle azioni, è la StarTip della Tamburi Investment Partners.
Nato nel capoluogo piemontese nel 1976, sposato, tre figli, Marco Gay ha iniziato la sua carriera imprenditoriale nella Proma, azienda del settore vetro-ceramica, poi venduta alla Saint-Gobain. Cofondatore di start up innovative, di alcune delle quali è anche presidente, è anche uno dei 48 nuovi consiglieri del Cnel e fa parte del Consiglio di amministrazione della Luiss di Roma. Fino a pochi mesi fa è stato presidente nazionale del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria, dopo avere ricoperto incarichi di vertice all'Unione Industriale di Torino e in Confindustria Piemonte.
Marco Gay, vice presidente Digital Magics

ELISA GIORDANO PORTA BB CASHMERE
ANCHE NELLE BOUTIQUES DI MILANO

BB Cashmere. Un marchio torinese eccellente nella maglieria fashion di qualità e che è destinato a una rapida diffusione. A breve, capi firmati BB Cashmere saranno in vendita anche in diverse boutique milanesi, che si aggiungono alla rete di negozi già riforniti dalla mini impresa di Elisa Giordano in Piemonte, Liguria, Toscana e Sardegna (ma temporary store sono stati e vengono organizzati in varie parti d'Italia, oltre che in città estere, a partire da Parigi).
Elisa Giordano ha incominciato a creare maglie per i suoi due figli piccoli, una mezza dozzina di anni fa. Non trovava nulla che la soddisfacesse appieno. Così si è messa a disegnare lei i capi che desiderava per loro e li ha fatti produrre. Sono piaciuti moltissimo alle sue amiche, le quali le hanno chiesto di farne anche per loro. Poi, è partito il passa parola. Ed ecco, quindi, la prima linea di maglieria BB Cashmere per bimbi da 0 a 6 anni. Un successo. 
Alle vendite dirette si sono affiancate quelle ai negozi e alla linea per i bambini si è poi aggiunta quella per l'uomo, sempre disegnata da Elisa Giordano. La quale, quest'anno, ha completato la gamma con la linea per donna. Un'offerta che ha subito fatto balzare la domanda e la produzione (oltre mille capi), delegata a ditte attive a Perugia e in Nepal. 
Naturalmente, è aumentato anche il numero dei collaboratori di Elisa Giordano, la quale ha vissuto anche a Los Angeles e a Parigi, dove ha lavorato per Yves Saint Laurent, Casa della quale resta una collaboratrice esterna.
Le ultime novità della BB Cashmere si troveranno, dal 12 al 16 di questo mese, nel temporary store di Elisa Giordano, a Torino, in via Avogadro 10.
Elisa Giordano (BB Cashemere)

Nessun commento: